I vampiri negli scorsi periodi sono stati dimenticati. La scienza pare aver dato tutte le risposte, e a quelle che non può dare, risponde che non esiste una sola domanda sull'argomento.

I vampiri esistono. Mi vengono in menti innumerevoli casi soprattutto in sud-america, italia, stati uniti, russia e molti altri paesi. i vampiri esistono ma hanno delle differenze.
Premetto che se esistesse il vampiro romantico come il Conte Vlad, Lestat, e tanti altri sarei il primo a volerlo diventare. Il vampiro vero è un animale, il più feroce e terribile degli animali, che prende i difetti morali degli animali e li affianca ai difetti morali umani, creando un essere che nemmeno sa di vivere. Sì, il vampiro non riflette e non rifletterà mai. Il corpo che sfrutta è morto, l'anima dell'uomo vivo è andata dove nessuno può spiegare e al suo posto è entrato un animo. State attenti, un animo! Non un'anima.
Il vampiro, quello vero in Italia lo abbiamo localizzato nella zona del Piemonte-Lombardia. A nostro parere ciò indica la generazione di vampiri tramite riti satanici, frequenti in quelle zone. Ma non pensiate che sia una creatura devota al padrone! Una volta costruita, la creatura è EGOISTA è ANIMALESCA e non riesce, perchè non può a provare UNO dei sentimenti e dei pensieri umani.
Secondo alcune tesi, il Golem di Praga era un vampiro. Un vampiro che si pretendeva di poter tenere al guinzaglio. si dice che il rabbino che lo costruì prese il corpo di un bambino morto assassinato nel ghetto da briganti, vi fece un rito ebraico di cui ho proprio ora, sotto il mio gomito, la spiegazione, e lo fece resuscitare in un corpo di terra. Quando noi pensiamo terra, l'immaginario comune pensa all'argilla. Per gli ebrei del medioevo e per gli alchemisti, la terra simboleggiava ciò da cui Dio prese i materiali per costruire la pelle umana.
Questo Golem-Vampiro sarebbe stato messo in vita tramite una pergamena ficcatagli a livello del collo che, tenuta più di 6 giorni filati, avrebbe causato l'ira del Creatore e quindi del Golem.

La pergamena all'interno del collo potrebbe spiegare il perchè alcuni sostengono si debba amputare la testa del vampiro. In questo caso il vampiro era un cane da compagnia nient'altro. Il vampiro vero non può essere nulla di più, completamente diverso dal vampiro gotico, romantico che usa la sua forza i suoi poteri telepatici in modo ammagliante.
Magari potessimo tutti essere così!

In america, in italia e europa, i vampiri non solo succhiano il sangue, ma lo possono fare con il semplice contatto visivo, e questo sangue non serve per la loro sussistenza, che sarebbe comunque eterna.

Mi sovviene il caso Highgate, in cui il reverendo Sean Manchester, afferma, nel suo esorcismo a un vampiro, che egli non è fotografabile se non si brucia e si esorcizza il copro prima.

Vi ho detto che sono animali, vi ho detto che non vogliono il bene di nessuno, nemmeno il loro, che vivono in etenro per far soffrire, senza probabilmente provare nè piacere nè dispiacere eppur facendo soffrire, senza rimorsi nè sentimenti. Eppure, signori, questi esseri possono parlare e socializzare.


Non sono dark, non vestono nero, vestono gli abiti della loro morte o quelli delle loro prede, perchè non sono vittime bensì prede di animali comuni ma terribili.
Non agiscono spesso sugli uomini, e si fanno vedere molto molto occasionalmente.
Mangiano galline, aspettando che i contadini diano la colpa alle volpi.
Mangiano pecore, aspettando che i contadini diano la colpa ai lupi. Mangiano cavalli e altri animali. Eppure non mangiano nè divorano MAI animali predatori.


Nel medioevo vi era la credenzai posseduti fossero persone con gravi problemi depressivi e fosse per quello che il demonio le possedesse.
Un fondo di verità c'è, in quanto i vampiri, non mangiando animali predatori, sono stati attirati dalle vittime umane per la loro indole depressiva. Io di vittime ricordo:
una ragazzina di un collegio religioso femminile di Londra.
un povero contadino brasiliano.
un povero abitatore delle favelas.

Persone passive, che a differenza di noi tutti non sono predatori bensì prede.
Dovremmo riflettere su questo aspetto.
Andare in contro alla morte certa deprimendoci o combattere questi esseri con la forza dell'animo?


(I dati provengono da studi personali, internet, appunti personali e sito della Vampire Research Society, NDA)

di Edad